Ultimi argomenti
» Cerco notizie di Ryszard Stanker (mio nonno?)
Ven Dic 08, 2017 6:03 pm Da Valentino Rossetti

» Cannoni e artiglieri italiani a Cassino?
Ven Giu 03, 2016 8:25 pm Da Valentino Rossetti

» Ricerca informazioni
Dom Feb 08, 2015 3:41 pm Da mikidimar

» Qualcuno ha conosciuto mio padre Bersagliere del LI btg AUC ?
Ven Dic 12, 2014 4:39 pm Da Chiara Sali

» La retata
Mar Set 16, 2014 8:45 pm Da Valentino Rossetti

» V° battaglione controcarri
Mar Giu 24, 2014 11:27 pm Da m57

» I paracadutisti e il filo spinato
Gio Gen 02, 2014 12:52 pm Da Valentino Rossetti

» Gruppo combattimento Folgore
Sab Ott 19, 2013 7:05 pm Da Francesco Grassi

» zippo proiettile
Lun Giu 24, 2013 7:47 pm Da robyt

Blumenson Salerno to Cassino

Mar Gen 03, 2012 4:44 pm Da saverio

Navigando in internet mi sono imbattuto nella versione on line del libro di Blumenson:
http://www.ibiblio.org/hyperwar/USA/USA-MTO-Salerno/index.html#index

spero di aver fatto cosa gradita.

ciao a tutti

Commenti: 0

FIGARO 'Storia di un partigiano del sud' di Luca Cifarelli

Lun Set 05, 2011 5:34 pm Da Valentino Rossetti

Conflitti armati inevitabilmente restituiscono memorie individuali e collettive.

Luca Cifarelli nel Suo Figaro, (Florestano Bari 2011) romanzo dedicato al proprio nonno materno, (Minguccio barbiere molfettese), rende perfettamente l'idea dei …

Commenti: 0

Grande stampa e cattiva informazione

Dom Giu 26, 2011 5:33 pm Da Balestrino

Inoltro alla vostra attenzione il post di un blog che segnala come sul Corriere della Sera una foto dei soldati tedeschi che trasportavano a Castel Sant'Angelo le opere d'arte di Montecassino sia stata confusa con quella di una razzia d'arte. In …

Commenti: 1

ristampa di Rudolf Boehmler "Montecassino"

Ven Apr 22, 2011 1:27 pm Da von senger

Cera da aspettarselo, è stato ristampato il mitico e fino a ora introvabile libro di Rudolf Boehmler "Montecassino". Lo trovate qui:
http://uominiearmi.blogspot.com/2010/11/monte-cassino-di-rudolf-bohmler.html

Il prezzo di 35.00€ è …

Commenti: 2


I Francesi

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

I Francesi

Messaggio  Valentino Rossetti il Dom Giu 20, 2010 1:30 pm

baden - provenienza: Roccasecca
Iscritto dal: 15/11/2002, messaggi inviati: 158, site TEAM
torna su | forum corrente
15/11/2002 20.01

Oggetto: I Francesi
Se avete seguito la rassegna stampa, vi siete resi conto che ultimamente vi sono state moltissime polemiche in merito ad una cerimonia riportata nella sezione commemorazioni tenutasi a S. Esdra, tra Pontecorvo ed Esperia, il 17 maggio u.s., nella quale è stata inaugurata nuovamente una stele dedicata ai soldati del Corpo di Spedizione Francese caduti in quella zona. Dove si trova il monumento vi era il cimitero di guerra e successivamente i caduti sono stati tumulati nel cimitero di Venafro. Tra l'altro il monumento, qualche giorno fa, è stato danneggiato da parte di ignoti.
Ebbene ogni partito politico ha voluto dire la sua sulla manifestazione, ed invero la maggior parte hanno duramente criticato la commemorazione dei francesi in quanto si erano macchiati di gravi atrocità nei confronti dei civili.
E' ormai un dato storico che i soldati coloniali francesi, dopo lo sfondamento della linea Dora, si lasciarono andare a saccheggi e violenze di ogni genere nei confronti degli inermi civili dei paesi di Esperia, Pontecorvo, ed altri. Soprattutto violenze nei confronti delle donne, come documenta in modo esemplare il film "La Ciociara".
E' ulteriormente vero che il governo francese, a distanza di quasi sessanta anni da quegli episodi, non abbia mai ufficialmente riconosciuto quanto accaduto nè speso una sola parola per dire "ci dispiace è successo. c'est la guerre".
Allora quale posizione assumere su tale vicenda? E' giusto non commemorare i caduti francesi per quanto è successo? E' giusto condannare chi, come il Sindaco di Pontecorvo, ha voluto questa manifestazione?
Devo dire che la posizione del Sindaco di Pontecorvo, Riccardo Roscia, mi è piaciuta; ovvero mi è piaciuto il suo discorso. Infatti ha ricordato chi ha combattuto e morto per liberare l'Italia, ma anche duramente ammonito il governo francese a non ignorare quanto è accaduto alla popolazione civile, invitandolo a fare una riconoscimento pubblico di colpevolezza. Forse è una pietra scagliata nel vuoto o forse nello stagno; ma è sempre meglio che ignorare il problema. Insomma è bene che se ne parli.
Io penso che non bisogna mai fare di tutta un'erba un fascio; vi erano i tedeschi cattivi e quelli buoni; vi erano gli americani cattivi e quelli buoni; vi erano i francesi cattivi e quelli buoni.
Io credo che bisogna comunque ricordare chi è morto in guerra, soprattutto quelli che hanno combattuto per liberare l'Italia da una dittatura, quale essa fosse.
Però bisogna a chiare lettere ricordare tutti gli eccidi che si sono perpetrati nei confronti dei civili, da chiunque commessi.
Aspetto vostre impressioni e contributi su questa questione, e seguite le evoluzioni sulla rassegna stampa.
Ciao Roberto

Valentino M. - provenienza: Cassino
Iscritto dal: 06/12/2002, messaggi inviati: 17, utente ATTIVO
torna su | forum corrente
15/11/2002 20.02

Oggetto: Re: I Francesi del CEF
Condivido quanto hai affermato, ma il fatto che questo tuo tentativo di discussione ad oggi non ha avuto molto successo, credo che lo si debba far risalire alla difficoltà di discutere e prendere una posizione precisa e decisa su questo argomento.
(sempre che non si vogliano fare delle speculazioni di carattere politico, degne del peggior politicante!!!)
Personalmente ritengo sacro il rispetto per i caduti, di ogni nazionalità, ma far capire ciò alle persone che hanno subito violenze inaudite da molti di quei soldati del CEF è difficile, e non è nenache giusto pretendere che capiscano e rispettino, certo è che non sono neanche giustificati gli atti di vandalisomo inutili e gratuiti come quello a cui tu fai riferimento.
Cosa è giusto fare? Pensare?
Non so, credo però che sia giusto rispettare ogni posizione in merito, purchè non viziata da ragioni politiche!
Non dobbiamo assolutamente dimenticare il passato, perchè e da li che possiamo trarre gli insegnamenti necessari per evitare il ripetersi di errori di cui ancora oggi si pagano le conseguenze.

mcfly - provenienza: Roma
Iscritto dal: 15/11/2002, messaggi inviati: 11, utente registrato
torna su | forum corrente
15/11/2002 20.03

Oggetto: Re: I Francesi del CEF
è una situazione, secondo me ancora delicata e drammatica; non credo che alla popolazione che abbia subito sevizie, stupri e morte interessi commemorare i "liberatori del fascismo", penso che la cosa più importante e sentita sia un gesto di riconciliazione, e la riconciliazione avviene con le scuse da una parte e il perdono dall'altra. In ogni caso è un venirsi incontro; questo da quanto apprendo dal mio amico Roberto non è avvenutoil presidente tedesco a Marzabotto ha chiesto scusa per l'eccidio e le stragi compiute dai tedeschi in Italia; allora ritorniamo al solito punto: solo chi perde è nel torto e deve chiedere scusa o anche chi vince deve imparare a prendere coscienza dei propri errori?
Ciao, Fabio

Valentino Rossetti - provenienza: Brescia (Italia)
Iscritto dal: 15/11/2002, messaggi inviati: 162, amministratore
torna su | forum corrente
15/11/2002 20.04

Oggetto: Re: I Francesi del CEF
Solo ora ho ritrovato la pw per il forum e per partecipare. Inutile e ovvio dire che mi riconosco nelle Vostre affermazioni in particolare quando Roberto dice che i cosidetti "cattivi e buoni" vi erano da ambo le parti.

Ma come "stona" (per usare un eufemismo) il fatto che per gli eccidi o orrori perpetrati dai tedeschi siano stati doverosamente eretti monumenti di commemorazione per le vittime civili mentre per quelli commessi dagli alleati non ve ne sono .

Anche questo contribuirebbe a formare correttamente la nostra coscienza storica.

Alex388 - provenienza: Roma
Iscritto dal: 08/12/2002, messaggi inviati: 4, utente registrato
torna su | forum corrente
08/12/2002 18.24

Oggetto: RE: I Francesi
A tuttoggi mi ritrovo ad aver a che fare con truppe francesi regolari (niente a che vedere con la gloriosa Legion) vi posso garantire che a tutt'oggi sono perloppiu' selvaggi (poco e' cambiato dal (de bello gallie), e sono anche convinti di essere migliori degli altri
Soprattutto degli italiani
Vi posso garantire come al cospetto del piu' umile ed incolto dei nostri soldati semplici anche i loro ufficiali abbiano solo da imparare!!
Imparare a MANGIARE, a VESTIRE, a COMPORTARSI, a LAVARSI (non immaginate quanto siano sudici), insomma a VIVERE!

Ho avuto modo di lavorare con Tedeschi,Inglesi,Americani e via dicendo ma mai ho riscontrato i problemi avuti con i francesi.
Ad ogni buon conto ad ogni provocazione rispondo loro di dirmi il nome del "francese" piu' famoso della storia!!!!
La risposta non puo' che essere Napoleone Bonaparte il piccolo corso di ovvie origini ITALIANE!

A presto
Un veterano d'oggi
Nota dell'AmministratoreGrazie per l'intervento. Segnalo però che è necessario rimanere nell'alveo storico delle questioni.

baden - provenienza: Roccasecca
Iscritto dal: 15/11/2002, messaggi inviati: 158, site TEAM
torna su | forum corrente
11/12/2002 09.32

Oggetto: RE: I Francesi
Caro Alex, grazie per i tuoi interventi sul Forum, ma non posso condividere le tue affermazioni in merito alla discussione sui Francesi. Il tuo è un modo un pò dozzinale, scusa la parola forte, di affrontare la questione, oltre che non centrare per nulla l'oggetto del dibattito. Di luoghi comuni siamo pieni e su persone di ogni nazionalità, ma credo che il problema da affontare sia più profondo.
Roberto Molle

zar
Iscritto dal: 27/12/2002, messaggi inviati: 1, utente nuovo
torna su | forum corrente
27/12/2002 17.32

Oggetto: RE: I Francesi
Scusate il mio ardire, ma perchè ritenete l'intervento di Alex come possiamo dire.sconveniente? non credo che volesse direttamente attaccare i francesi anche se si riferisce in particolar modo a loro descrivendo in maniera quantomeno "colorita" i loro usi alimentari ed igienici nonchè le loro costumanze. Secondo il mio modesto parere Alex ha certamente trattato dei francesi con delle tinte un pò forti, ma il suo intento era di trasmettere un messaggio forte e chiaro: che nessuno si appropri meriti militari e di stile maggiori rispetto agli altri contendenti in guerra, siano essi ex nemici od alleati, meriti basati su presunte superiorità culturali (non nascondiamoci che i francesi, inglesi e, a volte, anche gli americani peccano, abbastanza spesso, di presunzione quasi a sfiorare una certa alterigia oserei dire biologica). Tutti i militari e civili hanno sofferto, chi più chi meno, le vicende belliche sulla loro pelle; è compito degli storici scoprire i meri fatti spogliandoli da quegli inutili artifici ed orpelli con i quali i "trafugatori" di verità hannno colorito, colpito, mortificato il senso degli avvenimenti così come si sono svolti, forviando coloro che in tutti questi anni si sono avvicinati, per mille ragiioni, alla storia in generale e in particolare del nostro paese. Ben vengano commemorazioni "di" e "da" ogni parte , ed anche, come sottolinea Roberto quando ricorda le parole del Sindaco di Pontecorvo, ammissioni di colpa, sì perchè conoscere sè stessi è conoscere Dio. Spero di non essermi troppo dilungato smarrendo il percorso già ben delineato dall'Amministratore che si prodiga nel richiamare gli scriventi ad attenersi al tema dei forum.
Saluti

Valentino M. - provenienza: Cassino
Iscritto dal: 06/12/2002, messaggi inviati: 17, utente ATTIVO
torna su | forum corrente
28/12/2002 16.59

Oggetto: RE: I Francesi
Ritengo molto giusto il "richiamo all'ordine" dell'amministratore, e non condivido nessuna affermazione fatta dal "veterano di oggi", non perchè possa essere non vera o altro, ma perchè va ben oltre quelli che sono gli "interessi del forum" e la ragion d'essere del sito. Ci sarebbero altre considerazioni da fare in merito ma ritengo che non è il caso.!!!! Evitiamo di divagare, non dico inutilmente, ma quasi!!

Andreas - provenienza: Piana di Caiazzo - Piana di Monte Verna
Iscritto dal: 30/05/2003, messaggi inviati: 4, utente registrato
torna su | forum corrente
19/06/2003 23.48

Oggetto: RE: I Francesi
E' veramente sconvolgente, tragico, ecc. ecc.
Più vado avanti(e sono da poco arrivato) e più trovo cose disumane avvenute durante la guerra.
Oltre agli eccidi dei tedeschi, oltre agli "errori catastrofici" dei cosiddetti "alleati americani", oltre ai "massacri" inutili provocati dai "Grandi" "per passare alla Storia?" "per aver liberato l'Italia?", adesso vengono fuori anche i massacri e le violenze sulla popolazione civile di gruppi di certi reparti francesi. I "Grandi" sapevano benissimo della loro pericolosità? Non hanno perso tempo a dare gli ordini! Gli eccidi, i massacri, le violenze, i sacrifici di chi veniva mandato a morire, giustificano qualcosa?
Certo, la verità non si saprà mai: ma resteranno i morti, quelli li ci sono, sia da una parte che da tutte le altre parti. Per questo si chiama Guerra Mondiale? Per me, per quel poco che so, tutti devono vergognarsi, soprattutto i vincitori. Ma hanno vinto veramente? E che cosa hanno vinto? Per me non hanno vinto proprio un bel niente.
Scusa tanto! Sono andato fuori tema e fuori tempo massimo!

Silvano - provenienza: Italia
Iscritto dal: 21/06/2003, messaggi inviati: 1, BLOCCATO
torna su | forum corrente
21/06/2003 19.28

Oggetto: RE: I Francesi
Di episodi come quelli della Ciociaria é (purtroppo) piena la storia. E la stessa storia ci insegna come,spesso,certi episodi siano frutto di fatti precedenti.Da parte francese,si voleva sicuramente vendicare la "coltellata alla schiena" del 1940.I ciociari hanno pagato per tutti gli italiani,così come,poco tempo dopo,i giuliani pagarono il terrore fascista,gli orrori della Risiera e gli eccidi dei civili perpetrati in Jugoslavia dalle nostre truppe.Certo che non é giusto.Il nostro senso democratico ci impone di dire che bisognava rispondere alla barbarie con la giustizia,con i processi e il carcere per i responsabili e non con altri lutti,altri eccidi.Oggi,possiamo rileggere la storia con occhio più imparziale.Tuttavia,non dobbiamo dimenticare alcuni aspetti.Il primo,che la guerra é sempre una cosa terribile.Anche oggi é difficile chiedere alle parti in causa di comportarsi in guerra in modo democratico(diamo uno sguardo a Guantanamo,ad esempio).Il secondo,che la responsabilità di tutto quanto é accaduto in Italia durante la guerra é del regime fascista,che aveva condotto il Paese in una guerra di aggressione.Il terzo,che ancora oggi non vengono chiarite le responsabilità nei crimini di guerra commessi dalle truppe italiane su tutti i teatri di guerra e che un documentario della BBC sui crimini di guerra italiani giace negli archivi RAI da anni senza che nessuno voglia farcelo vedere.Il tutto,alla viglia di una Commissione parlamentare d'inchiesta sulle insabbiature e sulle omissioni della Magistratura Militare riguardo agli eccidi commessi durante la guerra nel nostro Paese.E' inutile chiedere conto alla Francia dei suoi crimini di guerra quando l'Italia non ha mai punito i responsabili dei crimini perpetrati ai danni delle popolazioni civili sui vari teatri di guerra.A quando una Norimberga italiana?Se ieri l'Italia ospitava il più grande partito Comunista d'Europa e c'era la guerra fredda e di certe cose non si poteva parlare,oggi tutto questo é venuto meno.Ben venga lo studio dei fatti storici,e ben venga la pietà per i morti di entrambe le parti,la riconciliazione.Ma stando bene attenti a non sparigliare le carte.I reduci dei battaglioni che combatterono a Cassino nelle truppe di Salò al fianco dei tedeschi riconoscano oggi che ieri erano dalla parte sbagliata.Ad El Alamein é scritto "mancò la fortuna, non il valore".Anche un Ministro della Repubblica ha esaltato quei combattenti, il loro spirito indomito.Ma se quelle truppe avessero avuto fortuna,oggi il nostro mondo sarebbe diverso,non sarebbe un mondo libero.Chi oggi si vuole riconoscere ancora (e "con orgoglio") in quegli ideali, in quella parte,faccia una scelta coraggiosa: si chiami fuori.Dica con chiarezza che non si riconosce in questa democrazia nata (anche) dalla vittoria alleata di cui parliamo in questo sito molto ben fatto e ricco di notizie,che tornando indietro,anche con il senno di poi,combatterebbe dalla stessa parte e si faccia cancellare con questa motivazione dalle liste elettorali del comune di residenza,rinunciando per sempre all'elettorato attivo e passivo.Lo faccia,coerentemente con le proprie idee,anche quel Ministro.Altre alternative non ne vedo:hanno perso.

Andreas - provenienza: Piana di Caiazzo - Piana di Monte Verna
Iscritto dal: 30/05/2003, messaggi inviati: 4, utente registrato
torna su | forum corrente
22/06/2003 18.17

Oggetto: RE: I Francesi
Hai ragione. I crimini orrendi commessi durante la guerre sono tantissimi, commessi anche dagli italiani, certo, e senza alcuna giustificazione. Sì, senza giustificazione, soprattutto quando a soffrire sono donne, bambini e vecchi o quando viene ordinato a migliaia e migliaia di soldati di avanzare (ignari che vanno sicuramente a morte certa.) La vita umana vale così poco? Vale più la sua libertà? Certo è che per le guerre, anche se si sentono tutte le campane, non si saprà mai la verità. Se ad esempio con un camion devi fare subito una consegna; lungo la strada investi ed uccidi un bambino. Tu non ti fermi perchè devi portare a termine una consegna(Una missione) per un'importante società industriale. Completi la tua missione, e con orgoglio fai il riassunto della missione, ricevi anche la medaglia e "la Stele ricordo" dopo la tua morte. Ma del bambino morto tutti si sono dimenticati. La domanda: la missione, per quanto sia nobile, per quanto possa portare a tutti un benessere mai visto, per quanto possa togliere dalla schiavitù milioni di persone, vale la vita di un solo bambino? Perchè tanti discorsi inutili? Perchè tanto orgoglio di parte? Soprattutto in Italia, Quando, come tu dici giustamente ci sono tanti di quei panni sporchi, da far impallidire tutti dalla vergogna. Chi è senza peccato scagli la prima pietra?

adb79
Iscritto dal: 08/10/2003, messaggi inviati: 3, utente registrato
torna su | forum corrente
08/10/2003 16.46

Oggetto: RE: I Francesi
Ciao Valentino sono un nuovo utentePremetto che quello che so essendo io molto giovane mi è stato raccontato da mio padre ora scomparso, il quale era sfollato nella zona di Galluccio.

Egli mi ha raccontato dei misfatti delle truppe francesi, Goumiers sopratutto, sulle donne. Anche sue due cugine furono vittime. Ma la storia che più mi ha impressionato è che essendosi i suoi cugini rivolti all'ufficiale francese che comandava i Goumiers, l'ufficiale stesso abbia risposto di "farsi giustizia" cosa che prontamente fecero.
Ho tante altre storie da condividere sempre riguardanti l'ambito della battaglia.
Grazie. Ciao!

Valentino Rossetti - provenienza: Brescia (Italia)
Iscritto dal: 15/11/2002, messaggi inviati: 162, amministratore
torna su | forum corrente
09/10/2003 08.41

Oggetto: RE: I Francesi
Se lo ritieni puoi inviarci un tuo articolo che riassuma i fatti di cui sei a conoscenza e noi volentieri lo pubblicheremo.
Ciao.

adb79
Iscritto dal: 08/10/2003, messaggi inviati: 3, utente registrato
torna su | forum corrente
09/10/2003 11.52

Oggetto: RE: I Francesi
Si se riusciro' a raccogliere, sopratutto nella mia memoria, tutte le cose che mi racconto'mio padre.Credo che abbia anche scritto un diario dei suoi giorni da sfollato alle grotte ma dovrei trovarlo.Comunque delle storie che mi raccontava ne posso rendere partecipi tutti, anche se molte hanno valore annedotico.Ti posso chiedere ad esempio se e quando ci fu il bombardamento del ponte sul Garigliano?Mio padre da testimone oculare parlava sempre dei famosi P-51 Lightning che "spaccarono in due il ponte".Scusami per la frammentarieta' delle mie informazioni.E complimenti per il sito,veramente stupendo.Grazie.

adb79
Iscritto dal: 08/10/2003, messaggi inviati: 3, utente registrato
torna su | forum corrente
11/10/2003 19.44

Oggetto: RE: I Francesi
Perdonamiforse la mia domanda era mal posta.Volevo sapere a quale ponte si potesse riferire e se vi erano piu' attraversamenti.Premetto che lui era sfollato nella zona di Galluccio, quindi vicino all'area della battaglia.Ti ringrazio e scusami per la mia ignoranza.Sono un neofita di storia della battaglia.Grazie ancora.A presto.

uomofalco - provenienza: caserta
Iscritto dal: 28/01/2004, messaggi inviati: 6, utente registrato
torna su | forum corrente
01/06/2004 23.34

Oggetto: RE: I Francesi
hanno perso; ma chi hà perso?.il popolo italiano?.i marò della decima?o forse, anche i partigiani massacrati in lotte fraticide ancora prima che finisse la guerra, o i tedeschi che hanno fatto vedere al mondo come si combatte e si muoia per un ideale, sbagliato o giusto che sia;. o i tanti soldati americani venuti a morire in europa per dei motivi che di sicuro, per essere sinceri, e qui; in questo sito, penso che ci sia lo spazio mentale, ideologico, e democratico per esserlo, per affrontare in modo serio e pacato un argomento cosi importante,.dicevo hanno poco e nulla a che fare con la democrazia e la libertà, ma sono solo di tipo politico, e quindi economico. Durante la seconda guerra mondiale vi sono stati tanti eccidi, tanti massacri,.tanti innocenti sono morti, ma di sicuro non si può nobilitare chi li hà perpetrati per delle motivazioni che dovrebbero sembrare quasi un'assoluzione per i carnefici, indipendentemente dalla divisa che indossavano, è triste leggere queste cose. Le persone che frequentano siti come questo, penso che siano interessate oltre ai fatti d'arme, al reale svolgimento degli eventi;.alla verità; ed è per un senso di giustizia, profondo, reale ,. per un vero sentimento democratico ed una profonda gratitudine che sento nei confronti di chi hà sacrificato la propria vita per la mia libertà: penso che un velo di umana pietà debba essere steso su quei poveri morti"la giustizia non è di questo mondo".scusatemi, se mi sono dilungato, o sono uscito fuori argomento,.ciao il falco.

Hitlerjugend - provenienza: Cassino
Iscritto dal: 09/10/2004, messaggi inviati: 32, utente ATTIVO
torna su | forum corrente
26/11/2004 12.57

Oggetto: RE: Una passeggiata sulla Gustav.
Per ripercorrere i sentieri delle truppe del CEF è dovereroso cominciare dai paesi, dove queste orde incivili ottemperarono: stupri, saccheggi e violenze su popolazioni civili inermi, donne anziani e persino bambini!!! sotto il consenso di ufficiali francesi che nutrivano odio nei confronti di noi italiani
le loro scorribande iniziarono da viticuso,acquafondata,vallerotonda, sant`elia per poi passare sul fronte dei monti aurunci in paesi come esperia,ausonia,coreno,pontecorvoeccet.
grazie!
Nota dell'AmministratoreQuesto messaggio e i 4 seguenti, sono stati qui ricollocati, provenienti da un altra discussione, in quanto più aderenti a questo argomento.

mauro
Iscritto dal: 15/11/2002, messaggi inviati: 163, site TEAM
torna su | forum corrente
26/11/2004 14.07

Oggetto: RE: Una passeggiata sulla Gustav.
Be! non è che è doveroso!!! In ogni caso è per quei paesi, che tu hai citato, che sono passati.
Ma se proprio vogliamo dirla tutta avresti dovuto cominciare dalla Sicilia fino ad arrivare sull'isola d'Elba. Poi hanno fatto una pausa in terra di Francia (e voglio proprio vedere), per ricominciare, appena dopo la liberazione di Stasburgo, in terra tedesca.
Mauro

Hitlerjugend - provenienza: Cassino
Iscritto dal: 09/10/2004, messaggi inviati: 32, utente ATTIVO
torna su | forum corrente
26/11/2004 19.35

Oggetto: RE: Una passeggiata sulla Gustav.
Salve mauro
si lo sapevo mi sono limitato alle zone d`interesse del sito
io personalmente abolirei tutti quei piccoli monumentini col galletto
che si trovano qua e la per esempio tra Pontecorvo e Badia d`Esperia o a Filignano che secondo me non hanno più ragione di esistere!
per favore non tirate in ballo la storiella del "Liberatore" che per me non ha senso!
(Attenzione per evitare equivoci non mi riferisco ai cimiteri di guerra)Grazie!

saverio - provenienza: Milano
Iscritto dal: 08/02/2003, messaggi inviati: 48, utente ATTIVO
torna su | forum corrente
26/11/2004 20.21

Oggetto: RE: Una passeggiata sulla Gustav.
Vorrei ricordare che furono principalmente i goumiers ha compiere le scorribande. Non vedo perchè si debba quindi infangare tutto il corpo di spedizione francese, che fu determinante nell'ultima battaglia di Cassino e per la liberazione finale.
Fare quattro passi tra Sant'Anna di Stazzema e Marzabotto credo allora che sarebbe ugualmente interessante e istruttivo. Non trovi Hitlerjugend?
Ciao

Saverio
Hitlerjugend - provenienza: Cassino
Iscritto dal: 09/10/2004, messaggi inviati: 32, utente ATTIVO
torna su | forum corrente
27/11/2004 03.28

Oggetto: RE: Una passeggiata sulla Gustav.
allora innanzitutto furono marocchini,algerini e senegalesi a compiere stupri e quant´altro il corpo di spedizione francese era composto esclusivamente da truppe coloniali!!!
viene chiamato corpo di spedizione francese ma di francese non ha proprio nulla solo gli ufficiali erano francesi
a me non risultano stupri compiuti da truppe germaniche compiuti sul fronte di cassino qualcosa del genere(dalle mie fonti)si verificò nella Francia occupata e gli autori di tali gesti furono puniti con la corte marziale!
qui le bestie coloniali ebbero in parole povere "carta bianca"
per quanto riguarda marzabotto eccet. allora puoi aprire un altro argomento di discussione che non ha nulla a che fare con quello attuale
grazie!

mauro
Iscritto dal: 15/11/2002, messaggi inviati: 163, site TEAM
torna su | forum corrente
27/11/2004 12.22

Oggetto: RE: I Francesi

Rispondo a Hitlerjugend
Se tu venivi alla conferenza di ieri, tenuta dalla dottoressa Frezza nell'Aula Pacis di Cassino, sentivi delle cose molto interessanti ed avevi l'opportunità di chiarire e chiedere delucidazioni in merito.
Avresti scoperto che gli stessi Goumiers erano considerati da tutto il resto del CEF, Algerini e Tunisini compresi, poco più che delle bestie, e che si comportavano con le genti ed i territori che occupavano con il diritto di preda e saccheggio. L'esercito francese chiuse tutti e due gli occhi a favore delle capacità combative dei Goumiers che, a guerra finita, furono abbndonati a se stessi dalla ex potenza coloniale.
Mauro

giga - provenienza: umbria
Iscritto dal: 01/11/2004, messaggi inviati: 11, utente registrato
torna su | forum corrente
01/12/2004 11.53

Oggetto: RE: I Francesi
buongiorno a tutti.non ho potuto intervenire all'assemblea e,ancora x molto, non potro' nemmeno venire a cassino x fare 4 passi pero,vorrei portare un mio piccolo contributo alla discussione.La mia famiglia proviene dall'alto casentino(AR)che fu' preso sotto"custodia"dopo la ritirata dei tedeschi,dagli indiani al servizio degli inglesi.diversi di questi portavano dietro le famiglie e,dopo pochi giorni entrarono in casa dei miei e fecero manbassa di tutti i vestiti femminili,preciso che all'epoca in quei luoghi la fame si tagliava con il coltello ed i soldi x ricomprare degli indumenti era piu' di un sogno.Tempo dopo mia madre e la sorella dovevano vedere le figlie di questi soldati vestite che le proprie cose ,e vi assicuro che ,anche x una questione affettiva ,non fu' un bel vedere.Per quanto poi riguarda gli stupri nel paese ci furono o meglio,gli indiani ci provarono specialmente in una notte che scoprirono dove le donne si rifugiavano x la paura e cioe' in una grotta.Quella notte cercarono di violentarne diverse ma una di loro stacco' a morsi mezzo orecchio ad uno di questi.La mattina dopo,la ragazza fece rapporto al comandante il plotone indiano,che era un ufficiale inglese il quale fece schierare tutti i soldati fino a qundo non scopri l'uomo con l'orecchio ferito e,davanti a tutti ,scarico l'intero caricatore della propria pistola su di esso.Da quel momento non ci furono piu' approcci violenti con la popolazione.saluti

PortierediNotte - provenienza: Frosinone
Iscritto dal: 03/05/2005, messaggi inviati: 1, utente nuovo
torna su | forum corrente
03/05/2005 19.56

Oggetto: RE: I Francesi
Salve a tutti.
Non so' se il forum da me scelto sia quello giusto ma datosi che mi sembra tempestato di persone in gamba e assai informate sugli eventi storiuci vorrei provare.
Svolgo attività di ricerca nel campo della psicologia della creatività e mi interesserebbe sapere - se qualcuno di voi ne è a conoscenza - come abbiano superato il trauma dello stupro ad opera dei goumers marocchini - le famigerate marocchinate per intenderci - le donne di esperia e se i figli nati da quegli atroci abusi abbiano riportato delle tare superate in seguto mediante l'utilizzo di espedienti creativi quali musica, pittura, scultura etc .
Potete darmi una mano ? Ve ne sarei grato e ovviamentye nel lavoro riporterei la fonte con nome cognome e quant'altro.
Grazie per la collaborazione
IlPortierediNotte

vale.b
Iscritto dal: 20/04/2006, messaggi inviati: 1, utente nuovo
torna su | forum corrente
20/04/2006 20.37

Oggetto: RE: I Francesi
Ciao!mi sono appena registrata.volevo fare delle ricerche per un seminario di criminologia sulle "Marocchinate di Esperia", potete consigliarmi dei libri da leggere? Avevo letto tempo fa che le donne che avevano subito violenza erano state isolate dalla comunità, è vero? Mi interessava soprattutto approfondire l'aspetto criminologico dell'autorizzazione degli ufficiali a commettere i criminiGrazie

mauro
Iscritto dal: 15/11/2002, messaggi inviati: 163, site TEAM
torna su | forum corrente
20/04/2006 22.40

Oggetto: RE: I Francesi
Rispondo alle due richieste precedenti.
I vostri argomenti sono particolari. Vi consiglio di leggere il libro di Tommaso Barris "Tra due fuochi" esperienza e memoria della guerra lungo la linea Gustav - Editori Laterza 2003. Si trova ancora facilmente.
Ciao
Mauro

Marz_Hill - provenienza: Area Cassino
Iscritto dal: 11/07/2004, messaggi inviati: 63, utente ATTIVO
torna su | forum corrente
21/04/2006 15.02

Oggetto: RE: I Francesi
Mi interessava soprattutto approfondire l'aspetto criminologico dell'autorizzazione degli ufficiali a commettere i criminiGrazie

Rispondo a vale.b:
Ciao
E' vero, si verificarono casi di "isolamento" delle donne che avevano subito violenza (e questo va sotto il nome di "ignoranza", specie se consideri la scolarità dell'epoca); è altrettanto vero però che molte di queste donne non denunciarono affatto le violenze subite per un fatto di pudore e vergogna (comprensibile anche questo, sempre per quanto riguarda l'epoca).
Circa l'aspetto criminologico, in realtà non risultano vere e proprie "prove" che dimostrino un'autorizzazione chiara a compiere questi atti, né da parte degli ufficiali francesi, né da parte di quelli Alleati in generale (se non alcune voci non confermate di un fantomatico volantino fatto girare tra le truppe che però pare si sia perduto nella notte dei tempi).
Diciamo che gli ufficiali più che altro "chiusero un occhio" (e in molti casi tutti e due) davanti a certi atti e solo pochi procedettero a veri e propri atti formali di incriminazione. Comunque se vuoi contattami pure, posso fornirti alcune notizie che spero ti saranno utili. Il mio indirizzo e.mail è: [Solo gli amministratori hanno il permesso di visualizzare questo link])
ciao.

baden - provenienza: Roccasecca
Iscritto dal: 15/11/2002, messaggi inviati: 158, site TEAM
torna su | forum corrente
23/04/2006 00.18

Oggetto: RE: I Francesi
Ciao. Innanzitutto potresti trovare spunti interessanti nel lavoro svolto da Daria Frezza su questo argomento; puoi trovarlo sul sito nella pagina della associazione.
[Solo gli amministratori hanno il permesso di visualizzare questo link]
Inoltre all'elenco degli iscritti alla associazione, nella stessa pagina, puoi mandare un messaggio diretto alla stessa per chiedere di questo argomento. La Dott.ssa Frezza mi ha detto di aver intervistato diversi ufficiali francesi che hanno combattuto in Italia. Da ultimo è interessante il contributo fornito da Fabrizio Carloni nel libro intitolato "Il Corpo di Spedizione Francese in Italia", edito da Mursia.
Baden alias Roberto Molle

Dike
Iscritto dal: 04/02/2007, messaggi inviati: 5, utente registrato
torna su | forum corrente
04/02/2007 21.54

Oggetto: RE: I Francesi
--> a me non risultano stupri compiuti da truppe germaniche sul fronte di cassino qualcosa del genere(dalle mie fonti) si verificò nella Francia occupata e gli autori di tali gesti furono puniti con la corte marziale!

A me risulta il contrario, visto che conosco i figli di quei "tedeschi"...

Blu Devil - provenienza: Empoli (firenze)
Iscritto dal: 27/11/2007, messaggi inviati: 10, utente registrato
torna su | forum corrente
27/11/2007 17.39

Oggetto: RE: I Francesi
Salve
mi unisco alla discussione. Ho pubblicato diversi volumi, in Toscana, sul C.E.F.. Purtroppo, il Corpo non era formato solo da truppe coloniali, ma anche da un buon numero di nazionali, e tra questi gli ufficiali e sottufficiali che, spesso, lasciarono fare. Anche in Toscana, prima del 22 luglio 1944, data del ritiro delle ultime truppe francesi a Castelfiorentino, 16 Km dall'Arno, obiettivo 05 di Juin mai raggiunto, ci furono molti casi di stupro, alcuni anche su uomini e, alemo uno, su un partigiano della Brigata Garibaldi "S.Lavagnini" in provincia di Siena. Bisogna dire che, dopo Roma e l'intervento di Pio XII e di altre personalità, come dimostrano i documenti custoditi al National Archive di Kew, i francesi qualche problemino in più se lo crearono.A Strove, piccolo paese presso Siena, un marocchino venne fucilato per stupro davanti a tutta la sua compagnia, il 5 luglio 1944.Lo dice il J.M.O. del reparto, e non fu il solo caso. Purtroppo, bisogna dire che ci furono non pochi casi documentati, specie da parte di paracadutisti della 4. Fallschir-Division, e anche da parte di militari di altri reparti, di stupri compiuti da militari tedeschi. Non tutti finirono davanti al plotone di esecuzione.
Blu Devil

Kilo74
Iscritto dal: 31/03/2006, messaggi inviati: 70, utente ATTIVO
torna su | forum corrente
29/11/2007 16.15

Oggetto: RE: I Francesi
Ciao;
mi interesserebbe molto conoscere le fonti che ti portano a dire che anche molti tedeschi (soprattutto paracadutisti) si macchiarono di tali atrocità.
Grazie e ciao da Ros

Blu Devil - provenienza: Empoli (firenze)
Iscritto dal: 27/11/2007, messaggi inviati: 10, utente registrato
torna su | forum corrente
29/11/2007 17.30

Oggetto: RE: I Francesi
Ciao Kilo74
rispondo alla tua domanda, finalmente. Ho avuto problemi di connessione al forum.
le fonti sono diversi diari coevi di zona, tra cui, molto famoso, il diario della marchesa Iris Origo, che aveva una tenuta (La Foce) presso Montepulciano in provincia di Siena. All'arrivo dei parà della 4. Fallschirm, relaziona diversi casi del genere tra cui, addirittura, l'uccisione di uno di essi da parte di un ufficiale tedesco, che era accorso alle grida di un contadino al quale il soldato stava violentando la figlia. Poi, ci sono una serie abbastanza numerosa, di denunzie che ho trovato negli archivi comunali, sempre coeve, e una serie di denunzie ai Reali Carabinieri, oggi disponibili.Ne cito una, sempre relativa alla provincia di Siena. Una donna neanche più giovane, stuprata da tre militari tedeschi non identificati, mentre un quarto teneva a bada il marito con una pistola.Denunzia sporta da quest'ultimo alla Stazione dei Reali Carabinieri del posto, mi pare anche questo verso Chianciano-Montepulciano. Altro caso: durante la strage del padule di Fucecchio, 23 agosto 1944, in un caso, venne ritrovata una vittima, giovane, violentata e poi uccisa o, le carte dell'inchiesta inglese sono abbastanza chiare, addirittura violentata agonizzante. Militari del 26. Pz. A.A., 26. Pz. Div.. Potrei continuare, ma mi fermo qui. I documenti coevi contengono abbastanza di queste notizie, e io, facendo ricerca da più di venti anni, spesso mi ci sono imbattuto. Non è poca cosa ma, ovviamente, niente di paragonabile a quanto fecero i coloniali francesi. Del resto, stupri, o tentativi di stupro, sono anche documentati per quanto riguarda i soldati indiani e statunitensi. Un caro saluto, e sempre a tua disposizione.... se mi riesce entrare nel forum. Blu Devil
Nota dell'AmministratoreBene, vedo che sei riuscito nella connessione.
Ciao

Kilo74
Iscritto dal: 31/03/2006, messaggi inviati: 70, utente ATTIVO
torna su | forum corrente
03/12/2007 18.56

Oggetto: RE: I Francesi
Grazie per le info...
ho notato che sei molto esperto e vorrei chiederti qualche consiglio per le ricerche che sto conducendo. Possiamo sentirci in privato così non intasiamo il forum, se non è per te di troppo disturbo?
Grazie e Ciao
Ivan
[Solo gli amministratori hanno il permesso di visualizzare questo link]
avatar
Valentino Rossetti
Admin

Messaggi : 330
Data d'iscrizione : 15.06.10
Località : Brescia

http://www.dalvolturnoacassino.it/

Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum