Ultimi argomenti
» Cannoni e artiglieri italiani a Cassino?
Ven Giu 03, 2016 8:25 pm Da Valentino Rossetti

» Ricerca informazioni
Dom Feb 08, 2015 3:41 pm Da mikidimar

» Qualcuno ha conosciuto mio padre Bersagliere del LI btg AUC ?
Ven Dic 12, 2014 4:39 pm Da Chiara Sali

» La retata
Mar Set 16, 2014 8:45 pm Da Valentino Rossetti

» V° battaglione controcarri
Mar Giu 24, 2014 11:27 pm Da m57

» I paracadutisti e il filo spinato
Gio Gen 02, 2014 12:52 pm Da Valentino Rossetti

» Gruppo combattimento Folgore
Sab Ott 19, 2013 7:05 pm Da Francesco Grassi

» zippo proiettile
Lun Giu 24, 2013 7:47 pm Da robyt

» Ciao a tutti e una piccola info
Lun Mag 13, 2013 1:07 pm Da ad14

Blumenson Salerno to Cassino

Mar Gen 03, 2012 4:44 pm Da saverio

Navigando in internet mi sono imbattuto nella versione on line del libro di Blumenson:
http://www.ibiblio.org/hyperwar/USA/USA-MTO-Salerno/index.html#index

spero di aver fatto cosa gradita.

ciao a tutti

Commenti: 0

FIGARO 'Storia di un partigiano del sud' di Luca Cifarelli

Lun Set 05, 2011 5:34 pm Da Valentino Rossetti

Conflitti armati inevitabilmente restituiscono memorie individuali e collettive.

Luca Cifarelli nel Suo Figaro, (Florestano Bari 2011) romanzo dedicato al proprio nonno materno, (Minguccio barbiere molfettese), rende perfettamente l'idea dei …

Commenti: 0

Grande stampa e cattiva informazione

Dom Giu 26, 2011 5:33 pm Da Balestrino

Inoltro alla vostra attenzione il post di un blog che segnala come sul Corriere della Sera una foto dei soldati tedeschi che trasportavano a Castel Sant'Angelo le opere d'arte di Montecassino sia stata confusa con quella di una razzia d'arte. In …

Commenti: 1

ristampa di Rudolf Boehmler "Montecassino"

Ven Apr 22, 2011 1:27 pm Da von senger

Cera da aspettarselo, è stato ristampato il mitico e fino a ora introvabile libro di Rudolf Boehmler "Montecassino". Lo trovate qui:
http://uominiearmi.blogspot.com/2010/11/monte-cassino-di-rudolf-bohmler.html

Il prezzo di 35.00€ è …

Commenti: 2


UN SECCHIO COLMO DI ESPLOSIVO

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

UN SECCHIO COLMO DI ESPLOSIVO

Messaggio  Valentino Rossetti il Lun Ott 18, 2010 8:55 pm

Il 14 ottobre 2010 per mezzo della pagina web “QuiBrescia.it apprendiamo la notizia del ferimento a causa di un residuato bellico risalente la seconda guerra mondiale,di un 36enne residente a Darfo Boario Terme.

Il quotidiano bresciano spiega come l'incidente sia avvenuto all'interno dell'abitazione dell'incauto e precisamente in cantina, mentre tenta di “aprire” il piccolo manufatto bellico recuperato nel corso di una immersione subacquea (l'uomo sarebbe un provetto Sub).

Il secco boato attira l'attenzione dei genitori, che immediatamente allertano il 118 di Esine, ovviamente intervengono anche Vigili del Fuoco. I medici diagnosticano serie ferite alle mani ed escoriazioni varie al
volto. Sul momento qualcuno pensa sia scoppiata una bombola ARA, ma la perquisizione del locale, ha permesso (sempre a dire del portale d'informazione su citato), di scoprire un “vero arsenale” vale a dire:

“...varie parti di armi da guerra, proiettili d'artiglieria di diverso calibro e pericolosità, tre granate di tipo 'ananas' di fabbricazione americana e una baionetta...”, naturalmente l'uomo è stato fermato per detenzione illegale di armi da guerra.

Il giorno dopo (15 ottobre) Bresciaoggi.it specifica la dinamica dell'incidente:
“...Il giovane stava maneggiando un proiettile di mitragliatrice per mezzo di una smerigliatrice.
Precisa il contenuto del “vero arsenale” e menziona il ritrovamento di un secchio colmo di esplosivo (pazzesco, come voleva utilizzarlo...????).

Bresciaoggi.i precisa che questa operazione è stata portata a termine con il brillamento di tutto il materiale rinvenuto. Ma ancora una volta non riusciamo a comprendere le motivazioni che spingono un ragazzo a conservare materiale bellico:

“ bene, qualcuno (non è proprio così), può affermare che il semplice involucro di una bomba a mano (vuota), non costituisce alcun pericolo, perciò è lecito custodirla ( la legge dice il contrario), ma questa volta vogliamo essere in sintonia con i fautori di questa filosofia.

Ma c'è qualcuno disposto ad asserirci che smerigliare un piccolo proiettile non costituisca grave fonte di pericolo per se, per terze persone...?

C'è qualcuno in grado di convincerci che conservare un secchio riempito d'esplosivo nella cantina di un condominio, di uno stabile, villetta o quant'altro, non costituisca una gravissima situazione di enorme pericolo per tante persone...?

Cosa spinge un ragazzo ad assumere atteggiamenti tanto gravi...?
Come custodire in casa un secchio d'esplosivo...???

Mah...

Giovanni Lafirenze

Fonti:

http://www.quibrescia.it/index.php?%2Fcontent%2Fview%2F20681%2F218%2F
http://www.bresciaoggi.it/stories/Provincia/192140_in_cantina_aveva_un_arsenale_disinnescato/
http://www.bsnews.it/notizia.php?id=4803
avatar
Valentino Rossetti
Admin

Messaggi : 329
Data d'iscrizione : 15.06.10
Località : Brescia

http://www.dalvolturnoacassino.it/

Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum