Ultimi argomenti
» Cannoni e artiglieri italiani a Cassino?
Ven Giu 03, 2016 8:25 pm Da Valentino Rossetti

» Ricerca informazioni
Dom Feb 08, 2015 3:41 pm Da mikidimar

» Qualcuno ha conosciuto mio padre Bersagliere del LI btg AUC ?
Ven Dic 12, 2014 4:39 pm Da Chiara Sali

» La retata
Mar Set 16, 2014 8:45 pm Da Valentino Rossetti

» V° battaglione controcarri
Mar Giu 24, 2014 11:27 pm Da m57

» I paracadutisti e il filo spinato
Gio Gen 02, 2014 12:52 pm Da Valentino Rossetti

» Gruppo combattimento Folgore
Sab Ott 19, 2013 7:05 pm Da Francesco Grassi

» zippo proiettile
Lun Giu 24, 2013 7:47 pm Da robyt

» Ciao a tutti e una piccola info
Lun Mag 13, 2013 1:07 pm Da ad14

Blumenson Salerno to Cassino

Mar Gen 03, 2012 4:44 pm Da saverio

Navigando in internet mi sono imbattuto nella versione on line del libro di Blumenson:
http://www.ibiblio.org/hyperwar/USA/USA-MTO-Salerno/index.html#index

spero di aver fatto cosa gradita.

ciao a tutti

Commenti: 0

FIGARO 'Storia di un partigiano del sud' di Luca Cifarelli

Lun Set 05, 2011 5:34 pm Da Valentino Rossetti

Conflitti armati inevitabilmente restituiscono memorie individuali e collettive.

Luca Cifarelli nel Suo Figaro, (Florestano Bari 2011) romanzo dedicato al proprio nonno materno, (Minguccio barbiere molfettese), rende perfettamente l'idea dei …

Commenti: 0

Grande stampa e cattiva informazione

Dom Giu 26, 2011 5:33 pm Da Balestrino

Inoltro alla vostra attenzione il post di un blog che segnala come sul Corriere della Sera una foto dei soldati tedeschi che trasportavano a Castel Sant'Angelo le opere d'arte di Montecassino sia stata confusa con quella di una razzia d'arte. In …

Commenti: 1

ristampa di Rudolf Boehmler "Montecassino"

Ven Apr 22, 2011 1:27 pm Da von senger

Cera da aspettarselo, è stato ristampato il mitico e fino a ora introvabile libro di Rudolf Boehmler "Montecassino". Lo trovate qui:
http://uominiearmi.blogspot.com/2010/11/monte-cassino-di-rudolf-bohmler.html

Il prezzo di 35.00€ è …

Commenti: 2


Leone Orioli

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Leone Orioli

Messaggio  Valentino Rossetti il Ven Giu 25, 2010 5:56 pm

baden - provenienza: Roccasecca
Iscritto dal: 15/11/2002, messaggi inviati: 158, site TEAM
torna su | forum corrente
24/10/2008 12.15

Oggetto: Leone Orioli
Alle 9,45 di oggi il grande Leone ORIOLI ci ha lasciato ed ha raggiunto i suoi cari.
E' rientrato nei ranghi del grosso del LI° btg bersaglieri e sicuramente ora, finalmente sollevato dalle pene della vita, con la solita serenità, simpatia e rettitudine morale si sta stringendo in un abbraccio con il cap. Castelli. il ten. Moiso e C.
Mi sento in dovere di ringraziarlo per quanto in questi anni ci ha insegnato in termini di memoria storica ma sopprattutto di onestà intelletuale.
A noi ora il compito di valorizzare e mantenere vivo questo tesoro.
A presto
Claudio Vigna

mauro
Iscritto dal: 15/11/2002, messaggi inviati: 163, site TEAM
torna su | forum corrente
24/10/2008 13.08

Oggetto: RE: Leone Orioli
Un Uomo, un Italiano, un Bersagliere asolutamente indimenticabile.
Mauro Lottici

Balestrino - provenienza: Genova
Iscritto dal: 15/04/2004, messaggi inviati: 125, utente ATTIVO
torna su | forum corrente
24/10/2008 16.27

Oggetto: RE: Leone Orioli
A Montelungo, pochi mesi fa, ho apprezzato la forza e la passione con cui ci ha resi partecipi della storia che lui e i suoi commilitoni hanno scritto su quel monte. Mi ritengo fortunato ad averlo conosciuto e non lo dimenticherò.

Falco - provenienza: Italia/Abruzzo/L'Aquila
Iscritto dal: 03/12/2005, messaggi inviati: 12, utente registrato
torna su | forum corrente
24/10/2008 19.09

Oggetto: RE: Leone Orioli
E' stato un grande privilegio conoscerti, un onore godere della tua stima, un regalo inestimabile il tuo affetto paterno. Dicevi che grazie a noi giovani avevi ripreso entusiasmo, ma non era vero. Tu ci hai trasmesso forza e determinazione, la nostra idea, non supportata dal tuo continuo sostegno, non vrebbe prodotto quei frutti che poi sono maturati. Grazie, caro amico, del tanto che hai donato. Sia lieto il tuo rientro nei ranghi di quel Battaglione che ti ha forgiato nella gioventù, porta un saluto ai tanti che ho avuto la fortuna di incontrare, al Papà, a tutti coloro che non ho potuto conoscere, ma che ora, anche grazie a te, credo di aver conosciuto bene. Arrivederci, grande, indimenticabile Leone.
Paolo Farinosi

baden - provenienza: Roccasecca
Iscritto dal: 15/11/2002, messaggi inviati: 158, site TEAM
torna su | forum corrente
24/10/2008 19.16

Oggetto: RE: Leone Orioli
E’ facile cadere nella retorica, ricordandoti; Tu non lo vorresti di certo. Voglio solo ringraziarti dell’amicizia che mi hai donato, della gioia che mi hai lasciato, dei tuoi sguardi così dolci e forti allo stesso tempo, della tua voce pacata e leggera che mi faceva sognare. Avevi la semplicità delle persone giuste, probe, di una saggezza antica; la disponibilità assoluta di chi ha un animo nobile.
Come dimenticare le cerimonie di Montelungo; ti avvicinavi come se fossi uno spettatore qualunque, con una discrezione di chi vi si trovava per caso; invece tu eri tra i protagonisti di quella giornata. L’ultima volta passasti, finalmente ultimi ad entrare nel sacello del Sacrario, insieme ai tuoi commilitoni, dietro il labaro del LI, tra due ali di folla che applaudiva. Un giorno indimenticabile. L’anno prima, con la tua faccia tosta, avevi stravolto il cerimoniale, abbracciando l’Ufficiale Tedesco, addetto militare dell’ambasciata, lasciando un segno indelebile in tutti i presenti. Nella vita hai fatto il Maestro di scuola elementare; che fortuna hanno avuto i tuoi alunni. Spesso ci ho pensato. Anche in questo sei stato grande. Grazie ancora, grande Leone, l’8 Dicembre sarò a Montelungo, per onorare anche te.
Roberto Molle

LucaOrioli
Iscritto dal: 24/10/2008, messaggi inviati: 1, utente nuovo
torna su | forum corrente
24/10/2008 20.32

Oggetto: Ciao Papà
Ciao mio grande e valoroso Papà,
ti scrivo fra le lacrime di dolore per un immenso e incolmabile vuoto che la tua perdita lascierà nella mia vita, nella vita di Carlotta e nella vita di tutte le persone che ti hanno voluto bene.
Ma le mie lacrime sono anche di commozione per la grande ammirazione e la grande stima che ho per tutto il gruppo di amici che ti hanno accompagnato in questi ultimi anni della tua vita.
I tuoi amici di Motelungo nei quali non voglio fare distinzioni fra i reduci, tuoi compagni di trincea che come te hanno affrontato la guerra per offrire un futuro migliore ai vostri figli, ed i figli stessi che come me hanno sempre portato il vostro sacrificio come esempio di valore e di coraggio .
Grazie Papà...grazie per tutto quello che mi hai insegnato.
Grazie per tutti gli esempi che mi hai fornito e grazie soprattutto per avermi fatto capire che una vita senza i tuoi valori e la tua dignità non merita di essere vissuta.
Sono sicuro che ora sei già insieme alla mamma e questo per me è un gran conforto.
Sarete sempre il faro della mia vita ed ogni cosa, ogni gesto, ogni decisione che prenderò avranno sempre e per sempre un pensiero a voi rivolto.
Quest'anno il 7 e l'8 dicembre sarò io presente al "tuo sacrario" a Montelungo e, anche se per tutti non sarà come avere la tua presenza, cercherò di farti onore il più possibile.
Tu ci sarai sempre Papà !
Sarai nel mio cuore e nella mia mente.
Tu lo dicevi sempre che fino a quando qualcuno ti ricorda non si muore mai e quindi Tu non morirai mai !

Tuo figlio che ti vuole tanto bene
Luca


sandro
Iscritto dal: 24/12/2005, messaggi inviati: 8, utente registrato
torna su | forum corrente
24/10/2008 21.46

Oggetto: RE: Leone Orioli
Leone lascia un vuoto incolmabile in tutti noi, i "ragazzi del LI", come usava definirci.-
Non gli era parso vero che un pugno di giovani, figli di Suoi commilitoni, avessero preso a cuore l'idea di tramandare le gesta e conservare la memoria di quel battaglione così speciale ma anche così sfotunato.-
Ci ha messo a disposizione il Suo memoriale, i Suoi ricordi vivissimi, ma soprattutto il Suo buon esempio e tanta onestà e rettitudine: quante volte mi sono commosso nel leggere le Sue memorie o quando, nelle lunghe e piacevoli telefonate, aggiungeva altri particolari da brivido:" ... ho puntato l'arma verso il soldato tedesco, ho premuto il grilletto, certo di colpirlo, ma l'ho visto scappare; ho avuto un attimo di stizza, ma subito dopo mi sono rallegrato perchè ho pensato alla sua mamma!".-
Ecco il Combattente Leone Orioli che ho conosciuto e che tanti hanno apprezzato: prova ne sarà questo forum.-
Grazie, Leone, ti saluto con tanto affetto e riconoscenza, porta un bacio al mio Papà Roberto e raccontargli dei suoi nipotini che non ha mai conosciuto.-
Sandro, Roberta, Martina e Roberto

paolo
Iscritto dal: 13/06/2005, messaggi inviati: 6, utente registrato
torna su | forum corrente
25/10/2008 07.12

Oggetto: RE: Leone Orioli
Sapere che il "signor Leone" - così lo hanno sempre chiamato i miei bambini, quando parlavamo di lui - ha voluto tenere vicino a sé quella foto ci ha commosso fino alle lacrime. E' rimasto nei nostri cuori fin da quando l'abbiamo conosciuto, e ci rimarrà sempre.
Una preghiera per lui, nel ricordo.
Paolo, Annalisa, Riccardo, Martina, Giacomo.

alberto - provenienza: Torino
Iscritto dal: 23/12/2006, messaggi inviati: 61, utente ATTIVO
torna su | forum corrente
25/10/2008 14.40

Oggetto: RE: Leone Orioli
Mi dispiace di non aver conosciuto di persona Leone Orioli, ma desidero esprimergli tutta la mia riconoscenza non solo per quello che fece nel lontano 1943, ma per tutto quello che ha fatto nel corso degli anni per mantenere vivo il ricordo dei caduti e dei reduci della battaglia di Monte Lungo.
Attraverso questo sito, vorrei inviare al figlio Luca ed alla famiglia tutte le mie più affettuose condoglianze.
Alberto Priero

Marco_Marzilli - provenienza: Oltre l'Orizzonte
Iscritto dal: 05/12/2007, messaggi inviati: 14, utente ATTIVO
torna su | forum corrente
26/10/2008 09.20

Oggetto: RE: Leone Orioli
Quando se ne va "uno di loro", uno di quelli che la guerra non l'hanno letta come noi, che non ne hanno sentito parlare soltanto, ma l'hanno fatta davvero, è come se una parte di quella storia, di quei giorni tragici e al tempo stesso epici sparisse per sempre, spinto dall'inesorabile trascorrere del tempo fra le braccia dell'oblìo.
E' capitato con tanti "Eroi silenziosi" che negli anni ho conosciuto, uomini che non sono andati sui libri di storia, di cui non rimane traccia sui testi che trattano la guerra, quella guerra, perchè erano "alcuni dei tanti", gocce di esistenza in un mare umano che si immolò per ideali giusti e sbagliati, convinti di contribuire a modo loro e nel loro piccolo a formare quel "mondo migliore" di cui tutti ancora oggi avremmo tanto bisogno.
Guardando gli occhi di Leone in queste foto, mi sembra di vedere in essi quello stesso quadro che osservavo in quelli di tanti che ho conosciuto...Franz, Karl, il nostro Gradini di Cassino, Siegfried, Brian e tanti altri: i colori della sofferenza passata, della speranza, del rimpianto per tanti compagni lasciati sul campo di battaglia e della consapevolezza di aver fatto il proprio dovere non necessariamente all'insegna dell'essere Eroi, ma con la dignità e la certezza di aver compiuto il tutto in pace con la propria coscienza di uomo prima di tutto e soldato poi.
Certamente esisterà un posto dove tutti questi uomini vanno dopo aver lasciato questo mondo...e a me piace pensare che mano a mano che ci abbandonano si ritrovino tutti là, dove non esiste il tedesco, l'italiano, l'americano, l'inglese, dove non c'è chi ha vinto e chi ha perso, ma solo un grande prato verde dove, invece di combattere, si gioca a carte, a bocce e si beve vino.

Ciao Leone...ciao ragazzi

Marco Marzilli

luigi - provenienza: Castel Madama (RM)
Iscritto dal: 11/09/2007, messaggi inviati: 13, utente registrato
torna su | forum corrente
27/10/2008 09.09

Oggetto: RE: Leone Orioli
Caro Leone, ho avuto il piacere di conoscerti solo nell'ultima occasione di incontro a Montelungo. Ti ho ascoltato e mi sono commosso alle tue parole.
Vorrei dedicarti questa frase che spesso mi torna in mente quando vengo a Cassino.

"Diedero i loro corpi per il bene comune e ricevettero, nel ricordo di ognuno di noi, una lode che non verrà mai meno, e con essa il più maestoso dei sepolcri: non quello dove riposano le loro ossa, ma una dimora nella mente degli uomini dove la loro gloria rimarrà per sempre..."

Pericle

Ciao Leone!

ladidi - provenienza: forli
Iscritto dal: 27/10/2008, messaggi inviati: 1, utente nuovo
torna su | forum corrente
27/10/2008 12.59

Oggetto: RE: Leone Orioli
Coi suoi valori morali e civili il Signor Leone Orioli ha formato tutti noi che lo abbiamo conosciuto. Ho avuto la fortuna di condividere un pezzo della mia strada con lui. Lo ringrazio per tutto quello che mi ha insegnato. Diana

BAADE - provenienza: Villa S. Lucia (FR)
Iscritto dal: 12/07/2006, messaggi inviati: 21, utente ATTIVO
torna su | forum corrente
28/10/2008 11.43

Oggetto: RE: Leone Orioli
Solo ora apprendo della scomparsa del caro amico e maestro Leone Orioli. Cosa dire dei ricordi del mitico Leone presso il piccolo cimitero provvisorio alla base del Montelungo, se non emozionanti oltre che estremamente interessanti dal punto di vista storico? Durante i suoi racconti molti di noi portavano gli occhiali, forse per coprire l’emozione ma tutti, grandi e piccini, eravamo assorti in quelle toccanti, lucide e dettagliate descrizioni.
Ricordo ancora il momento in cui andai a salutarlo il giorno della sua partenza dopo l'ultima edizione della 4 passi sulla gustav. Nel ringraziarlo gli confidai che grazie alle emozioni che mi avevano provocato i suoi racconti, mi sarei impegnato a che i sacrifici patiti dai soldati italiani a Montelungo non fossero dimenticati. Leone, con gli occhi lucidi, mi strinse le mani, mi fece un gran sorrisso e mi ringraziò.
Ciao mitico Leone Orioli

Antonio

damiafix - provenienza: Piedimonte San Germano (FR)
Iscritto dal: 15/10/2007, messaggi inviati: 4, utente registrato
torna su | forum corrente
04/11/2008 21.51

Oggetto: RE: Leone Orioli
Mi stringo in un silenzioso abbraccio, al ricordo di un Uomo che è stato capace di destarmi da quel fascinoso tranello in cui ogni guerra, fabbrica di morte essenziale, può condurci. La sua voce, e le parole con le quali ci salutammo un anno fa, sono scolpite nel profondo, da esse ho ereditato un raro e personale insegnamento di umanità, che mai potrò dimenticare, e che mi auguro un giorno di tradurre ai miei cari.
E' vero, se qualcosa sopravvive dell'essere umano, dopo il suo transito terrestre, questo di sicuro, nella sua forma più tangibile e sensoriale, è ciò che ha lasciato negli affetti, nei gesti, nelle Azioni, come pietre miliari edificate ad eterna memoria, e Leone allora, è di sicuro ancora quì tra di noi.

Arrivederci Leone, Damiano P.

giordano - provenienza: roma
Iscritto dal: 18/08/2004, messaggi inviati: 15, utente ATTIVO
torna su | forum corrente
09/11/2008 22.02

Oggetto: RE: Leone Orioli
Ciao Leone,
mi permetto di rivolgermi così a te, anche se non ho avuto il privilegio di conoscerti personalmente, perchè, tutti voi che avete dato l'esempio in quei giorni e anche negli anni a venire,che avevate e avete ciò che oggi non si trova più nelle persone, siete un pò parte di me e io vorrei che voi foste immortali, che non ci lasciaste mai;ma sono felice ugualmente, perchè in fondo, anche per questo motivo ci accompagnerai sempre ogni giorno della nostra vita.
Non ti dimentichiamo Leone!
Grazie.
Giordano
avatar
Valentino Rossetti
Admin

Messaggi : 329
Data d'iscrizione : 15.06.10
Località : Brescia

http://www.dalvolturnoacassino.it/

Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum