Ultimi argomenti
» Cerco notizie di Ryszard Stanker (mio nonno?)
Ven Dic 08, 2017 6:03 pm Da Valentino Rossetti

» Cannoni e artiglieri italiani a Cassino?
Ven Giu 03, 2016 8:25 pm Da Valentino Rossetti

» Ricerca informazioni
Dom Feb 08, 2015 3:41 pm Da mikidimar

» Qualcuno ha conosciuto mio padre Bersagliere del LI btg AUC ?
Ven Dic 12, 2014 4:39 pm Da Chiara Sali

» La retata
Mar Set 16, 2014 8:45 pm Da Valentino Rossetti

» V° battaglione controcarri
Mar Giu 24, 2014 11:27 pm Da m57

» I paracadutisti e il filo spinato
Gio Gen 02, 2014 12:52 pm Da Valentino Rossetti

» Gruppo combattimento Folgore
Sab Ott 19, 2013 7:05 pm Da Francesco Grassi

» zippo proiettile
Lun Giu 24, 2013 7:47 pm Da robyt

Blumenson Salerno to Cassino

Mar Gen 03, 2012 4:44 pm Da saverio

Navigando in internet mi sono imbattuto nella versione on line del libro di Blumenson:
http://www.ibiblio.org/hyperwar/USA/USA-MTO-Salerno/index.html#index

spero di aver fatto cosa gradita.

ciao a tutti

Commenti: 0

FIGARO 'Storia di un partigiano del sud' di Luca Cifarelli

Lun Set 05, 2011 5:34 pm Da Valentino Rossetti

Conflitti armati inevitabilmente restituiscono memorie individuali e collettive.

Luca Cifarelli nel Suo Figaro, (Florestano Bari 2011) romanzo dedicato al proprio nonno materno, (Minguccio barbiere molfettese), rende perfettamente l'idea dei …

Commenti: 0

Grande stampa e cattiva informazione

Dom Giu 26, 2011 5:33 pm Da Balestrino

Inoltro alla vostra attenzione il post di un blog che segnala come sul Corriere della Sera una foto dei soldati tedeschi che trasportavano a Castel Sant'Angelo le opere d'arte di Montecassino sia stata confusa con quella di una razzia d'arte. In …

Commenti: 1

ristampa di Rudolf Boehmler "Montecassino"

Ven Apr 22, 2011 1:27 pm Da von senger

Cera da aspettarselo, è stato ristampato il mitico e fino a ora introvabile libro di Rudolf Boehmler "Montecassino". Lo trovate qui:
http://uominiearmi.blogspot.com/2010/11/monte-cassino-di-rudolf-bohmler.html

Il prezzo di 35.00€ è …

Commenti: 2


Frosinone e l'operazione "Chesterfield"

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Frosinone e l'operazione "Chesterfield"

Messaggio  Valentino Rossetti il Mar Giu 22, 2010 8:39 pm

Valentino Rossetti - provenienza: Brescia (Italia)
Iscritto dal: 15/11/2002, messaggi inviati: 162, amministratore
torna su | forum corrente
15/06/2006 20.04

Oggetto: Frosinone e l'operazione "Chesterfield"
Gentilmente qualcuno puo`darmi anche piccole(ma specifiche) informazioni riguardanti la battaglia(nota)al bivio di torrice tra carri canadesi e 3/4 stug tedeschi? è successo che i canadesi si sono impuntati su uno stug in particolare....per poi centrarlo!!...leggenda dice che saltando in aria volava in raggio materiale brillante(argenteria e/o saccheggi di guerra)...una triste leggenda?tra l^altro se non erro quella battaglia tra carri e semoventi la vinsero i tedeschi per poi ritirarsi a frosinone e nascondersi li per qualche ora...poi non so!Credo di aver letto gia questa storia in qualche sito...forse questo!ma della leggenda raccontatavi non saprei....saluti da luzern max.
Nota dell'AmministratoreMessaggio recuperato e inserito dall'Amministratore a causa di una anomalia.
Saluti

mauro
Iscritto dal: 15/11/2002, messaggi inviati: 163, site TEAM
torna su | forum corrente
16/06/2006 12.36

Oggetto: RE: Frosinone e l'operazione "Chesterfield"
Ecco il resoconto dello scontro tratto dal libro Ceprano 1944 - 2004 LA GUERRA IN CASA - il percorso della memoria:

...L'ordine di marcia per questo giorno era il seguente: i gruppi da ricognizione "A", "B" e "C", con tutti i veicoli in grado di ingaggiare combattimento si sarebbero diretti intorno a mezzogiorno oltre Pofi, voltando subito dopo verso nord in direzione di Arnara. Venne deciso di aggirare la piccola località, ma nel momento in cui i mezzi erano sulla strada disposti in fila vennero presi di mira dall'artiglieria tedesca, fortunatamente senza riportare perdite. Venne quindi occupata una piccola cresta subito dopo questa località, ma l'unità fu costretta subito dopo a ritirarsi nelle vicinanze di una piccola chiesa, a causa del fuoco di mortai pesanti, mentre nel frattempo arrivavano informazioni circa la presenza di carri armati nemici nell'area.

A fronte di questo fatto nuovo, venne ordinato all'ufficiale del gruppo ricognizione di portarsi avanti, verso la Casilina, con una sezione di carri armati M3 Stuart. Nello stesso tempo fu richiamato indietro il gruppo "B", al quale venne ordinato di avanzare verso un piccolo villaggio non riportato sulla mappa, evitando una cresta battuta dal fuoco nemico. Ma appena questi si affacciarono sul fianco dell'altura, vennero fatti segno di fuoco nemico, probabilmente proveniente da carri armati o da semoventi anticarro tedeschi, che nel frattempo erano saliti sulla collina e seguivano paralleli le truppe alleate dalla distanza di circa 2000 yards. Un carro del Gruppo "A" venne colpito, pertanto si fece largo uso di granate fumogene per coprire l'avanzata del Gruppo "B".

Tra la chiesa ed il villaggio, un cratere posto sulla strada, dopo una curva alla base della collina, bloccò il carro di testa per un certo tempo. Anche altri carri ebbero problemi simili su questa strada. Nel frattempo uno dei carri Stuart era andato avanti, fino alla giunzione con la via Casilina, in un punto conosciuto come "incrocio di Torrice", girando intorno ad uno dei crateri posti sulla strada senza troppe difficoltà. Appena giunto allo sbocco con la statale, egli riportò via radio che vi erano carri tedeschi nella zona, così fu ordinato al gruppo "B" di avanzare, tenendosi pronti ad ingaggiare il nemico. Durante questa marcia, il capitano Perkins incontrò nuclei di fanteria nemica in ritirata, riuscendo a distruggere una postazione di mitragliatrici tedesca posta sulla collina immediatamente a cavallo della strada. Subito dopo egli pose il proprio carro in una buona posizione dominante la strada e, sceso assieme all'equipaggio, diresse il fuoco dell'artiglieria sulle truppe tedesche in ritirata. Perkins venne ferito durante questa azione, ma rimase con i suoi uomini per sei ore prima di essere evacuato verso le retrovie. ...........continua

mauro
Iscritto dal: 15/11/2002, messaggi inviati: 163, site TEAM
torna su | forum corrente
16/06/2006 12.37

Oggetto: RE: Frosinone e l'operazione "Chesterfield"
... Il 2° plotone del gruppo "B", comandato dal tenente D.P.Ramsay, era avanzato intanto a nord di Torrice: il carro di testa era stato colpito e lui si portò avanti assieme al solo carro del suo sergente Zeal. Circa un miglio oltre il villaggio, a non più di 200 yards dalla strada principale, si trovava una curva a sinistra che offriva una buona copertura dal nemico, oltre era invece un terreno del tutto privo di qualsiasi riparo.
Ramsay decise di rischiare e superò la curva con una buona andatura, seguito dal sergente Zeal che però dovette subito ingaggiare uno scontro con un carro nemico, fermandosi sulla strada. Un terzo carro canadese, nel frattempo sopraggiunto, venne però colpito, ostruendo la via.

Il 1° plotone, che seguiva subito dietro, tentò di passare eseguendo una deviazione nei pressi di una casa distrutta, ma il carro del sergente Macey venne colpito dal fuoco tedesco, che uccise l'equipaggio. I rimanenti carri riuscirono però a passare e raggiunta una buona posizione, aprirono il fuoco sulle truppe nemiche nella valle, distruggendo un carro tedesco Panther, un secondo carro Mark IV e vari semicingolati. In questo scontro un secondo carro canadese venne colpito nello scafo dal fuoco di rimando tedesco.

Nel frattempo il tenente Ramsay era riuscito a raggiungere la giunzione con la via Casilina e posto il proprio carro in una posizione favorevole, informò il comando della cosa. Subito dopo egli scorse a 200 yards un carro tedesco Panther che tornava indietro sulla stessa strada. Il soldato Scott, armato di mitra, scese dal carro e lo fece manovrare in modo da rimanere defilato alla vista del nemico, mentre lui stesso rimaneva nascosto in una piccola costruzione di calcestruzzo. Appena il Panther arrivò ad una distanza ragionevole, il carro canadese aprì il fuoco, sparando circa 15 colpi. Il carro tedesco non rispose al fuoco, ma continuò a dirigersi verso l'incrocio con la Casilina. Alla distanza di circa 50 yards Ramsay tirò un altro colpo verso il mezzo tedesco e stavolta centrò un cingolo del carro, il quale fu costretto a fermarsi. L'equipaggio saltò fuori ma cadde sotto il fuoco del soldato Scott che intanto era uscito allo scoperto.

Un esame successivo del mezzo tedesco portò alla luce il fatto che uno dei colpi di Ramsay era penetrato nell'angolo della torretta del Panther, danneggiando il meccanismo del cannone, impedendogli di rispondere al fuoco. Dopo quest'azione, Ramsay continuò nella sua ricognizione della zona, giusto in tempo per veder passare ad alta velocità un secondo carro tedesco Mark IV diretto verso l'incrocio con la Casilina. Prima che egli potesse tirare un solo colpo, il mezzo germanico era già sparito dalla sua vista. Poco più tardi, egli ed il suo radio-operatore, furono feriti da una mitragliatrice tedesca mentre si dirigevano di nuovo verso la collina che dominava la Casilina.

Nell'azione intorno a Torrice del 30 maggio, i canadesi riportarono le seguenti perdite: sette morti, tra cui un ufficiale e sette feriti. Un carro Stuart e quattro Sherman furono distrutti dal fuoco tedesco, mentre questi ultimi riportarono la perdita di tre carri Panther, di cui uno abbandonato intatto dall'equipaggio, un carro Mk IV, un cannone semovente, due semicingolati, vari camions ed un numero imprecisato di morti.

ciao
Mauro

mauro
Iscritto dal: 15/11/2002, messaggi inviati: 163, site TEAM
torna su | forum corrente
16/06/2006 12.40

Oggetto: RE: Frosinone e l'operazione "Chesterfield"
Dimenticavo di dirti che nel libro vi è una foto del bivio di Torrice con uno dei Panther distrutti ed uno schizzo fatto da un soldato Canadese della chiesetta presente all'imbocco x l'Arnara.
Mauro

DECIMA max - provenienza: svizzera e italia
Iscritto dal: 15/06/2006, messaggi inviati: 1, utente nuovo
torna su | forum corrente
16/06/2006 17.53

Oggetto: RE: Frosinone e l'operazione "Chesterfield"
Grazie mauro!ti ho scritto una mail perchè qui i miei msg non appaiono...mha`!vedro`di risolvere!ciao max aus luzern
Nota dell'AmministratoreIn merito a quanto dici, ti ho risposto in privato; ma anche implicitamente, dato che questo è un tuo messaggio.
Saluti
avatar
Valentino Rossetti
Admin

Messaggi : 330
Data d'iscrizione : 15.06.10
Località : Brescia

http://www.dalvolturnoacassino.it/

Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum